Esplora

    Cunicoli di Claudio

  • A sud della città di Avezzano, ai piedi del Monte Salviano si affacciano sulla piana del Fucino gli imponenti imbocchi dei cunicoli di Claudio, impropriamente conosciuti come cunicoli di Nerone.

    La galleria sotterranea, lunga 5.653m, ha una sezione variabile da 5 a 10 m² con un dislivello pari a 8.44 m e venne realizzata tra il 42 e il 51 d.C. in occasione dei primi tentativi di prosciugamento del lago Fucino. Per semplificare il lavoro di perforazione e di estrazione del materiale, si scavarono 32 pozzi verticali e 6 cunicoli inclinati, dei quali rimangono ancora visibili i resti imponenti.

    Nei lavori che durarono circa 11 anni vennero coinvolti oltre 25.000 schiavi. Inizialmente le acque scesero soltanto di 4.50 m. e l'imperatore ordinò un ulteriore approfondimento dell'emissario. In questo modo la struttura funzionò sufficientemente ma, essendo stata trascurata la manutenzione, si ostruì. La superficie lacustre si restrinse di circa 6000 ettari allontanato il pericolo di inondazione: le colture aumentano, la Marsica divenne floridissima e i colli intorno al lago si trasformarono in luoghi di villeggiatura. Per le tristi vicende dell'Italia a seguito delle invasioni barbariche l'opera venne trascurata portando ad una nuova ostruzione e il fucino tornò a condizione di lago.  

    Si deve al duca Alessandro di Torlonia la prosecuzione dei lavori. Il progetto venne ampliato e si scavò un'ulteriore galleria più bassa e con una sezione maggiore, seguendo l'andamento claudiano.
    I lavori si conclusero nel 1870 a opera di due ingegneri: lo svizzero E. S. Bermont e il francese Alessandro Brisse che Crearono un baciletto, raccoglitore delle acque meteoriche nel caso di piogge eccezionali o di sospensione all'emissario.

  • Compila il form sottostante per ricevere informazioni.






       Desidero ricevere informazioni tramite posta elettronica sulle novitÓ e sulle offerte della Sante Marie - Scurcola Marsicana ComunitÓ Ospitale
       Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 196/2003 e seguenti modifiche*